Il rifugio

Chi siamo?

Gestito da Riccardo e Anna Novo,il rifugio è aperto da metà giugno a metà settembre,e anche nel periodo invernale (controllate le date nel riquadro blu!).Fuori dai periodi di apertura potete comunque contattarci telefonicamente per prenotare!!!

Aperture estate 2013

Siamo aperti tutti i we di maggio meno quello del 17 e 18 maggio in cui saremo chiusi.
A giugno apriremo i we e a partire dal 7 giugno fino al 14 settembre tutti i giorni..

Dove siamo noi ?

Il Terzo Alpini è un rifugio situato in Valle Stretta, a 1780 m.s.l. a Valle Stretta è nel dipartimento delle Hautes-Alpes, tra Bardonecchia (Italia) e Briancon (Francia).

Fa parte del comune di Nevache ed è zona protetta. In ogni stagione la valle è luogo ideale per la pratica di numerose attività sportive quali : lo scialpinismo, sci di fondo e racchette, trekking a piedi e a cavallo, mountain-bike, e arrampicata sulle magnifiche vie della "Parete dei Militi"…

Accessibile a piedi da Nevache, Modane e Bardonecchia in estate ma anche in auto a poca strada dal rifugio (vedere piano d’accesso). In inverno è accessibile solo con gli sci da fondo, alpinismo oppure a piedi…

 

vedere la pagina Dove siamo

Pernottamento

Il rifugio può ospitare fino a 34 persone (20 nel 7 camerette e 14 nel dormitorio). I bagni si trovano come anche le docce ad ogni piano, quest’ultime con acqua calda funzionano con un gettone il cui costo è di 1€.

Le camerette come pure il dormitorio sono equipaggiate con dei letto a castello in legno che rendono l’ambiente caldo e accogliente. Le camere sono così composte: 2 a 2 posti letto, 2 a 4 posti letto, 1 a 8 posti e un dormitorio da 14.

Mezza pensione, possibilità di pic-nic per le gite.

Cucina

Al Terzo Alpini la tradizione è tipicamente italiana!

Si possono assaggiare antipasti piemontesi classici come le acciughe al verde,i fagioli in insalata,tomini,affettati,zucchine in agrodolce e altre prelibatezze.

Il piatto forte è la polenta servita con condimenti classici come i formaggi dei nostri alpeggi o con lo spezzatino e salciccia,oppure con il cervo,cucinato ad arte da Riccardo!

Per chi non amasse la polenta proponiamo dei piatti del giorno alternativi come l’ossobuco o il tajine e molte altre cose da scoprire…

Su prenotazione vi proponiamo anche la raclette, oppure fonduta o bagna cauda.

Vini tipici piemontesi e francesi a scelta.

Per i bambini troverete anche un menù su misura.

Piccola storia della valle stretta e del rifugio

Ai confini del dipartimento delle Hautes-Alpes, appartenente al comune di Nevache, la Valle Stretta è un piccolo pezzo d’Italia in territorio francese. Divenne francese dopo il trattato di Parigi del 1947, lo stesso per il quale l’Italia passà alla Francia il col di Tenda e la Brigue (Alpi Marittime).

Nonostante questo i terreni comunali vennero successivamente “resi” al comune di Bardonecchia. Ancora oggi, tutti i terreni privati appartengono a degli italiani.

Il rifugio Terzo Alpini appartiene alla famiglia NOVO dal 2006, prima era un rifugio del Club Alpino Italiano di Torino, che lo fece costruire nel 1930. Il rif. 3° Alpini è cosi passato nel 1947 nelle mani del CAF di Briançon che, lo rese al CAI Torino nel 1970 per un franco simbolico.

Risalendo la Valle Stretta con una cartina alla mano, è possibile notare come tutte le cime abbiano dei nomi biblici. Si narra che fu un pellegrino di ritorno dalla Terra Santa che battezzò le nostre vette in ricordo della Palestina.

La piccola cappella in cima al M. Tabor è meta tuttora di pellegrinaggi. Un voto contro una grave epidemia nel 1860, venne fatto, dagli abitanti di Melezet che, tutti gli anni, salgono alla cima in processione lungo la via crucis.